WARM SODA

SOMEONE FOR YOU
(Castle Face)

cover Warm SodaPer fortuna, nella vita come nel r’n’r, alla morte segue spesso una nascita. A cadavere dei Bare Wires ancora caldo Matthew Melton si ributta nella mischia, dando così continuità e nuova linfa al suo percorso musicale.
Siamo sempre nel terreno del power-pop e dell’indie garage, ma ora alla guida del trattore che lo ara sembra esserci un Marc Bolan, senza piume e lustrini, cresciuto a pane e Hüsker Dü.
A colpire basso è soprattutto la voce vellutata e in punta di lingua di Melton (Someone For You, Jeanie Loves Pop), le straordinarie melodie (Waiting For Your Call) e i ganci micidiali (Only In Your Mind, Lola) che rendono il disco un’allegra gazzarra di glam-rock in bassa fedeltà (ma non eccessiva).
Ho letto da qualche parte che se gli Strokes fossero di Oakland suonerebbero esattamente così. Be’, anche la colonna sonora de Il Tempo delle Mele avrebbe suonato così se fosse stata composta dai Big Star.

Recensione pubblicata su RUMORE #252 di aprile 2013. Ho già la certezza che ‘sto disco entrerà nella mia personale top ten del 2013.

Condividi sui social network