una doppietta proprio a (mod)o

TONY FACE BIG ROLL BAND
Old Soul Rebel
(Area Pirata)

cover Tony Face Big Roll BandIn questo bel digipack c’è la summa di una carriera così onesta da rimanere sempre ai margini. Antonio Bacciocchi da Piacenza, meglio noto come Tony Face, è un signore dal gran gusto e una mente aperta come le cosce delle amichette di Papi. In 30 anni di militanza underground ha attraversato, animato e contribuito a far emergere nel Belpaese gran parte delle subculture musicali: Hc/punk coi Chelsea Hotel, garage’n’roll coi Not Moving, blues-folk con la consorte Lilith fino al beat-r&b-lounge dei Link Quartet che lo hanno riportato al suo primo amore per il modernariato. Oggi, sulla soglia del mezzo secolo di vita, ha deciso di dare una grande festa con gli amici e gli ispiratori di una vita: gente di Long Tall Shorty, Kina, Purple Hearts, Prisoners, Sick Rose, Statuto, ecc. Un festone, non un festino, con musica della madonna che va dai Beatles a Sly Stone, dai Ray Charles a Gil Scott Heron, dalle Ikettes alle Supremes. Non nego di essermi emozionato ascoltando Visionary degli Hüsker Dü cantata da Sergio Milani e quel garagione di Abba dei Paragons affidata all’ugola di Luca Re. La versione electro-minimal-free della stranota These Boots Are Made For Walking, interpretata con pathos inarrivabile da Lilith (Nick Cave le fa una pippa!) mi ha fatto quasi scendere una lacrimuccia. Starò invecchiando?

cover Mod GenerationsQuesta recensione – con un bel 8 a corollario – è stata pubblicata su RUMORE di novembre 2009, il disco è anche finito nella mia Playlist annuale. Old Soul Rebel è davvero il cadeaux perfetto per natale, con le debite differenze mi ha fatto pensare a Have A Little Faith dei Bellrays che proprio stamane ho messo su per il risveglio della piccola Martina (si fa quel che si può per cercare di far crescere bene i figli!). Se tenete sul serio a qualcuno per natale vi invito a fare la doppietta e aggiungere l’ultimo libro di Tony Mod Generations (NDA Press, pp. 160, € 14,50). Io non l’ho ancora letto – aspetto che spunti nella mia cassetta postale, sempre che il Rockfort me l’abbia spedito – e sono piuttosto ansioso di farlo.

PS: il libro mi è arrivato il 23 ed è stato un gran bel regalo… lo sto già divorando!

Condividi sui social network