THE SLAPSTICKS, sbarbo punk

THE SLAPSTICKS Rollin’ the Dice
(Nicotine)

cover The SlapsticksA Bologna, città indiesnob per eccellenza oramai popolata più da blogstar che da fuorisede, c’è un nuovo fermento rock’n’roll. È di qualche mese fa l’esplosivo esordio dei Tunas. Nemmeno il tempo per metabolizzarlo che spuntano dal nulla questi Slapsticks: 5 sbarbi non alle prese con emo, screamo e tristi derivati – come sarebbe logico oggigiorno – ma col proto punk di Detroit, attualizzato alla maniera di Turbonegro, Glucifer e Hellacopters. Per fortuna non dimenticano i fuochi del ’77 (l’esplosiva hit Rock’n’Roll Jihad) e le radici cittadine, omaggiate con la bella cover di Goin’ To Hell della splendida meteora Honk Kong ‘99. Musicalmente niente da (ri)dire, menassero tutti come gli Slapsticks i gruppi esordienti. Forse la voce, seppur incisiva, pare un po’ troppo appiattita su modelli scandinavi. Ciò detto la sufficienza piena non gliela toglie nessuno. Pollice su anche per l’inappuntabile produzione di Mars dei Valentines, guarda caso un tempo nei succitati Honk Kong ’99.

Da Rumore # 180 di gennaio 2007, ancora per pochi giorni in edicola.

Condividi sui social network