Storie nere, storie di rock and roll disperato

THE BONE MACHINE vs MUTZHI MAMBO “Storie nere”
(Billy’s Bones)

THE BONE MACHINE vs MUTZHI MAMBO “Storie nere”Questo cd splittato non è un disco comune. È uno scontro tra i titani italiani del desperate rock and roll (psycho)billy cantato nella nostra lingua. Qualcuno potrebbe far notare che le due band non hanno granché concorrenza nei patrii confini. Vero. E allora? Bone Machine e Mutzhi Mambo riescono nella difficile impresa di creare un inferno sonoro che attinge tanto da Fred Buscaglione quanto dai Cramps, senza dimenticare le lugubri atmosfere di Screamin’ Jay Hawkins e il cavernoso spleen di Tom Waits. I primi rockarollano spediti con la voce e la chitarra di Jack Cortese sugli scudi. I toscani Mutzhi Mambo giocano più sporco, tagliando con un’accetta le tenebre e riuscendo persino a dare dignità alla cover di Don Backy, Sognando. Sotto il profilo narrativo le 12 storie nere ricalcano la lingua affilata dell’indimenticato Mickey Spillane più che il Lucarelli nazionalpopolare: penso sia chiaro a tutti che questo è un punto a favore!

L’altra sera ne stavo proprio parlando con l’amico Strelnik… del fatto, cioè, che da qualche anno fantastico di fare uno specialino su quello che io chiamo “Spaghetti Desperate Rock and Roll”, vale a dire sulle folli band del patrio suolo che mischiano Buscaglione e Cramps, cantando rigorosamente in italiano. The Bone Machine e Mutzhi Mambo sono la punta di questo minuscolo iceberg… vediamo se prima o poi spunteranno altre band al punto di farmi decidere che la cosa può essere fattibile… nel frattempo eccovi, la recensione tratta da Rumore # 179 (dicembre 2006), del loro recente album in coabitazione…

Condividi sui social network