padroni e cani, è così che va

Mi hanno sempre fatto paura i cani… e sinceramente non capisco perché persista lo stereotipo che tali animali siano i migliori amici dell’uomo… chi l’ha detto?… dove sta scritto?… tirate fuori le prove!… se un calciatore è incapace si dice che sia un cane… lo stesso epiteto viene utilizzato per un barbiere che ti lascia buchi in testa… tanto per fare due esempi… ma più dei cani mi fanno paura i padroni… quelli che tengono più alla loro bestiola che alle persone intorno… è lapalissiano che tali quadrupeti leniscano la mancanza d’affetto di chi, per svariati motivi, non ha intorno calore umano… e non è sociologia spicciola questa… è comodo (e autoingannevole) possedere un giocattolino animato che non ti contraddice e che è sempre pronto a darti una leccatina a comando… con le persone funziona diversamente… non sempre è così ma generalmente sì… gli unici cani che sopporto sono i canacci… quelli che se gli gira ti danno una moccicata fregandosene di chi tu sia… i cani sciolti come i DEVIL DOGS… la mitica punkrock band americana dei 90’s che sembrava uscita fuori da uno scontro frontale tra Ramones e Beach Boys con i Dictators che si fanno grasse risate sul ciglio della strada… ascoltate North Shore Bitch e, se ancora ce la fate, continuate ad abbaiare al mondo… io mi sono stancato… anche perché ai miei timidi bau bau sono finora seguite, e temo continuino a seguire, fragorose pernacchie… la tipologia di bestemmia sarebbe troppo scontata per essere testé riportata a mò di chiosa… non credete?

Condividi sui social network