Musica per le nostre orecchie… e per i nostri occhi

DOMENICO LIGGERI
“Musica per i nostri occhi – Storie e segreti dei videoclip”

(Bompiani, pp. 878 € 16,50)

DOMENICO LIGGERI “Musica per i nostri occhi - Storie e segreti dei videoclip”Dal curriculum riportato sul suo sito web ho subito pensato che Domenico Liggeri avesse 50-60 anni. È docente universitario, giornalista, autore televisivo (Markette e molto altro) autore dei testi di svariati comici, ha scritto un paio di libri, è l’ideatore e direttore del Premio Videoclip Italiano, oltre che regista di corti e videoclip: dai Virginiana Miller a Cristina Donà, dai Baustelle a Le Vibrazioni dello stranoto Dedicato a te, che ha riscosso un meritato successo e vanta diverse “cover” e imitazioni. Quando m’è arrivato Musica per i nostri occhi, a parte la sincope per le quasi mille pagine fitte fitte del saggio, ho scoperto che Liggeri è nato solo nel 1970. Adesso mi pare chiaro che quest’uomo non dorme. Di giorno lavora per campare e di notte raccoglie materiale – da almeno 10 anni, come rivela lui stesso – su qualsiasi aspetto possa riguardare anche lontanamente l’arte della videomusica. Il risultato è questo monumentale saggio che ha il merito di essere da un lato rigorosissimo, dall’altro estremamente scorrevole e persino affabulatorio. Volete sapere come si realizza un clip: pre e post produzione, montaggio, ecc.? Quale è stato il primo videoclip della storia (lasciate perdere i Queen!)? Conoscere gli antesignani, da Wagner ai jazz-film? Addentrarvi nella “battaglia” tra l’italiano Cinebox e il francese Scopitone? Scoprire l’estro dei musicisti-registi che più ci piacciono: Residents, Sonic Youth, At The Drive-In, e potrei andare avanti per un altro bel pezzo? Sapere quali maestri del cinema si sono misurati con questo mezzo espressivo: dal grande Jim Jarmusch all’altrettanto grande Spike Lee che ha diretto persino l’Eros nazionale? Addentrarvi nella prima new wave italiana che sperimentava il connubio musica-immagine: gli Underground Life, per esempio? Sorprendervi scoprendo che i geniali Presidents of The United States of America sono stati i primi, nel 2005, a fare un clip utilizzando esclusivamente videofonini? Be’, questa benemerita enciclopedia tascabile risponderà a tutte le domande di cui sopra e a molte, molte altre. Anche – ma non solo – per il ragionevolissimo prezzo di copertina, vi consiglio di farla vostra e tenerla sempre a portata di mano.

Condividi sui social network