M.O.T.O., il punk-rock col sorriso sulle labbra

 

M.O.T.O. “Kill M.O.T.O”
(Criminal IQ)

cover M.O.T.O.Seppur sconosciuti dalle nostre parti gli statunitensi Masters Of The Obvious (M.O.T.O.) suonano insieme dal lontano 1988. In tutti questi anni hanno inciso una marea di roba per piccole label di mezzo mondo ma, purtroppo, sono rimasti pressoché invisibili ai più. Poco commerciali per fare il grande salto e troppo eclettici per essere accettati dall’oltranzista scena punk mondiale? Sarà pure così, ma il cd assemblato dalla chicagoiana Criminal IQ è pura delizia. Power-pop sonici all’ennesima potenza (Dance Dance Dance Dance Dance To The Radio), rock anthem cristallini (I Hate My Fucking Job), demenziali gargarismi lo-fi (Where’s My Money At?), street punk sornioni (We Are The Rats), sbilenche nenie speed country (Laying On A Slab of Stone) e l’intera discografia degli Husker Du mandata giù a memoria (I Am A Bomb, I Wont’t Give It Up Untill You’re Mine): queste sono solo alcune delle 17 gemme contenute in Kill M.O.T.O., un disco per chi ha la mente aperta e un grande senso dell’humor. Chi ne è sguarnito, stia alla larga.

Il ripescaggio della recensione di Kill M.O.T.O., pubblicata su Rumore # 148 di maggio 2004, si deve all’apparizione in Italy della mitica punk-rock band dell’Illinois il prossimo week end. Paul Caporino e compagni saranno venerdì 20 aprile al CSA Pacì Paciana di Bergamo, sabato 21 al Taun di Fidenza (data organizzata da quei bravi ragazzi di BAM! Magazine) e domenica 22 al Lochness Pub di Riva del Garda. Chi è in zona ha il dovere morale di presenziare ad almeno una delle tre date. Io non potrò esserci, maledizione.

Condividi sui social network