IL NOSTRO UOMO di Maurizio Blatto

RACCONTO N. 1 
“È il 27 luglio del 1983, il nostro uomo si appresta a partire per le vacanze, ed è pronto e carico il giusto. Il nostro uomo ha in realtà ventun’anni e vive ancora con i genitori, dividendo la camera con Sara, sua sorella. Sara ascolta una sola canzone ininterrottamente da tre anni, Sailing di Christopher Cross, ricordo di un amore mai dimenticato, mentre il nostro uomo ha scoperto da tempo gli Stooges…”

Il nostro uomo di Maurizio Blatto, pp. 7-11 (Andare in cascetta, A Morte Libri, 2015)

Maurizio Blatto è nato a Torino nel 1966 ed è cresciuto all’interno della sua collezione di dischi. Firma storica della rivista musicale Rumore, ha pubblicato nel 2010 per Castelvecchi L’ultimo disco dei Mohicani, epopea dell’improbabile umanità di un negozio di dischi (Backdoor, dove lavora). Ha cristallizzato invece nel 2014 in MyTunes (Baldini & Castoldi) la sua passione sconfinata per gli incroci tra canzoni e letteratura.

Condividi sui social network