AUTOREVERSE di Simone Lucciola

RACCONTO N. 6
“Poi c’è quello che ho sentito e risentito: i miei genitori fricchettoni, io neonato, le canne e i tormentoni delle varie stagioni, gli scoponi scientifici estivi sul tetto di un’auto, le schitarrate in strada, ogni singola battuta inseguita, quando ancora non conoscevamo il tempo. E il tempo perso: il disco mai finito di incidere, sbattuto in qualche cassonetto o rivenduto col registratore e gli inediti dimenticati e forse buoni. Il nastro che s’è rovinato, con la voce di mio nonno, che non ho mai ascoltato…”

Autoreverse di Simone Lucciola, pp. 35-38 (Andare in cascetta, A Morte Libri, 2015)

Simone Lucciola è nato a Formia (LT) nel 1978. Punk-rocker, illustratore e disegnatore underground, giornalista musicale autonomo sulla sua webzine www.lamette.it. Ha pubblicato i libri a fumetti LO-FI (GRRRzetic, 2010) e Campana, a quattro mani con Rocco Lombardi (G.I.U.D.A., 2011, 2014) e i libri di poesie Disulfiram (PerroneLAB, 2010) e Bianco di Titanio (deComporre, 2014, 2015). È il cantante delle punk band Blood ’77 e Gioventù Bruciata.

Condividi sui social network